Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Conferenza: “La fata verde: l’assenzio fra letteratura e arte del secondo Ottocento “

venerdì 27 Aprile 2018 @ 18:30 - 20:00

Venerdì 27 aprile  2018    ore 18:30
MICHELE BORDIN
“La fata verde: l’assenzio fra letteratura e arte del secondo Ottocento

La conferenza si tiene nella sala ” Pacifico Guidolin” presso la Biblioteca Comunale di Castelfranco Veneto, via dell’ Abbaco 1

Per iformazioni: +39 366 9598 745
e-mail              :  amicimuseicastelfranco@gmail.com

Michele Bordin

Michele Bordin(Castelfranco Veneto, 1961), ha conseguito la laurea in lettere presso l’Università di Venezia (1987), dove si è poi addottorato in italianistica (1994). Ė stato borsista Erasmus presso l’Università di Poitiers (1988-1990) e di postdottorato presso l’Università di Padova (1995-1997); fellow presso la sede fiorentina dell’università di Harvard (Villa I Tatti, Firenze, 1998-1999) e assegnista di ricerca nel Dipartimento di Scienze Umane dell’Università di Ferrara (2001-2006).
Dal 2006 insegna materie letterarie nell’I.P.S.S.A.R. «Giuseppe Maffioli» di Castelfranco Veneto, dove dal 2014 è conservatore e curatore dell’omonimo Fondo librario e archivistico.
Ha scritto in particolare su Dante e Boccaccio rimatori; sui postillati fiorentini cinquecenteschi della Commedia dantesca; sul teatro borghese di Goldoni; su d’Annunzio e la pittura veneta del Cinquecento; su Maria Bellonci e la fortuna di Lucrezia Borgia; su Zanzotto e altri poeti veneti contemporanei (Ernesto Calzavara, Tiziano Rizzo, Luisa Zille).

Abstract

Il distillato noto come assenzio, messo a punto dal medico francese Pierre Ordinaire (1741-1821) a partire dai semi dell’anice verde in associazione ad altre erbe, ebbe una grande diffusione nell’Europa del secondo Ottocento, dove si affermò con la seducente denominazione di fata verde. A Parigi, in particolare, tra il Secondo Impero di Napoleone III e la Belle Époque, divenne il superalcolico a basso costo tipico dei soggetti che vivevano ai margini della società e di quanti componevano il variegato mondo della bohème artistica. Ad esso hanno fatto riferimento nelle loro opere poeti e scrittori (da Baudelaire a Verlaine a Zola) e pittori (da Manet a Degas, da Van Gogh al Picasso dei primi anni parigini), che l’hanno associato spesso a figure femminili rappresentate mentre siedono sole a un tavolino di caffè. Una presentazione comparata dei testi letterari e figurativi più noti permette di contestualizzare tale motivo nella vita urbana e nella cultura dell’epoca, riportandolo a una realtà storica assai più cruda delle letture edulcorate o mitizzanti che di quel periodo e di quegli ambienti sono state date fino ai giorni nostri.

Incontro molto interesante quello di venerdì 27 aprile con Michle Bordin e “La fata verde” ecco alcune immagini

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Dettagli

Data:
venerdì 27 Aprile 2018
Ora:
18:30 - 20:00
Categoria Evento:

Luogo

BIBLIOTECA COMUNALE DI CASTELFRANCO VENETO
Vicolo dell’Abbaco
Castelfranco Veneto, 31033 Italia
+ Google Maps
Top